Rubava centinaia di litri di gasolio dai mezzi lasciati nei cantieri: condannato 36enne ucraino

Tribunale di Como

Un ucraino di 36 anni è stato condannato a un anno e mezzo di pena per aver rubato 870 litri di gasolio da un escavatore che veniva lasciato la notte all’interno di un cantiere per costruire una rotatoria a Mozzate.

Ad essere danneggiata una ditta di Berbenno, in Valtellina, che stava realizzando le opere. I furti (sedici, a colpi di non meno di 50 litri per volta) sarebbero avvenuti in un periodo ristretto, compreso tra il dicembre del 2018 e il gennaio del 2019.

A incastrare l’ucraino era stata una fototrappola che era stata posizionata nell’area dove venivano lasciati i mezzi da cantiere nelle ore notturne. L’indagine è poi proseguita risalendo al presunto responsabile che è stato condannato ad un anno e mezzo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.