Rugby, nuovo tris di impegni

Dopo la giornata promozionale
Dopo il grande successo di pubblico del rugby day di domenica scorsa – un evento unico per la città, che per la prima volta ha visto scendere in campo, per tre incontri casalinghi, le formazioni lariane Under 14, Under 16 e di serie C – il Rugby Como è pronto per i nuovi impegni di campionato.
Gli stimoli e gli obiettivi sono però diversi. Infatti se per la formazione Under 14, che nel prossimo turno affronterà i pari grado del Lecco, l’obiettivo è di confermare ciò che di buono ha fatto fino a questo momento, per l’Under 16 e per la squadra che milita nel campionato di serie C il discorso è diverso, perché dopo lo stop interno, subìto proprio in occasione del rugby day, è ora di tornare alla vittoria.
«Al campo di via Belvedere – dice Davide Vigliotti, presidente del Rugby Como – è purtroppo arrivata la sconfitta per due squadre su tre, ma nulla è compromesso: l’importante è provare a rifarsi subito per non perdere troppo terreno in classifica».
Nello specifico oggi i giovani dell’Under 16 andranno in trasferta a Sondalo per vedersela con il Valtellina, che non ha avuto un inizio di stagione folgorante, perdendo entrambe le partite. «La nostra squadra è alla seconda annata in campionato e ha già fatto vedere progressi. Serve tempo per acquisire tutti i meccanismi, ma la voglia di fare bene c’è», sottolinea Vigliotti.
I ragazzi della serie C – allenati da quest’anno da Riccardo Rubei – saranno impegnati invece in trasferta con la Asr Milano. «Una formazione da non sottovalutare – osserva il presidente del club nerobianco – ma noi abbiamo ampi margini di miglioramento, quindi nulla è scontato. Oltretutto, quest’anno la rosa della prima squadra si è ampliata parecchio, e questo è un dato molto incoraggiante».
Guardando indietro, l’esperienza del rugby day è stata più che positiva, una vera e propria festa dello sport. Su tutto, poi, rimane la grande affluenza di pubblico sugli spalti. «Una perfetta sinergia tra ragazzi, genitori e pubblico – commenta Vigliotti – Un’occasione favorita dai calendari delle varie categorie, che si ripeterà domenica 13 novembre. È stato davvero emozionante vedere sei ore filate di rugby a Como, tra l’altro nello stesso giorno in cui ad Auckland si giocava la finale mondiale tra Nuova Zelanda e Francia, vinta poi di misura dagli All Blacks».

Laura Vanossi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.