La prevalenza del cretino

opinioni e commenti di mario rapisarda

di Mario Rapisarda

La prevalenza del cretino è un fortunato libro del 1985 nato dalle penne di Carlo Fruttero e Franco Lucentini, sodalizio letterario capace di fotografare con arguzia le idiozie del nostro tempo. Fossero ancora tra noi, nel capoluogo comasco troverebbero certamente materiale per un nuovo capitolo.

All’inizio del mese di settembre, dopo un’estate senza lavori sulle strade, i cittadini lariani si sono trovati imbottigliati per un cantiere non preannunciato nei pressi del viadotto dei Lavatoi. A stretto giro di posta sono poi arrivati gli operai, in pieno giorno, per dipingere la segnaletica orizzontale in viale Innocenzo XI. Di nuovo un delirio, altre proteste e scuse pubbliche del Comune.

Ma eravamo soltanto all’inizio: da lunedì scorso gli anacronistici passaggi a livello che tagliano in due Como hanno raddoppiato (e, in alcuni casi, quasi triplicato) i tempi di chiusura. Anche in questo caso Palazzo Cernezzi è stato l’inerte protagonista della politica viabilistica cittadina. Errare è umano, perseverare è diabolico, direte ora voi lettori.

Ma l’incapacità di comprendere l’errore e proseguire imperterrita, noncurante degli effetti che ne derivano, sembra ormai essere la cifra di questa amministrazione. E infatti ieri mattina, nonostante il giorno di mercato e le novità rappresentate dal binario selvaggio che porta il traffico cittadino nel caos, sono partiti i lavori per posare la fibra ottica in viale Roosevelt. La convalle, così, si è fermata un’altra volta.

Il libro di Fruttero e Lucentini è datato 1985. Dopo 35 anni è più che mai attuale. Cosa resta da dire? Nulla. I responsabili di tale scempio dovrebbero trarre le conseguenze di tanta, manifesta inettitudine nella gestione di traffico, ruspe & affini. Detto in parole povere, lasciare il palazzo comunale e andare a casa. Ma le dimissioni sono una pratica alquanto desueta nel nostro Paese. La colpa è sempre di qualcun altro. Che siano cantieri, code o passaggi a livello, lo scaricabarile vince sempre. Mentre il cretino prevale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.