Ma il razzismo è una questione seria

opinioni e commenti di dario campione

di Dario Campione

Il razzismo è una questione seria. Come dimostra ciò che sta accadendo negli Stati Uniti dopo la morte di George Floyd, ucciso dalla cieca follia suprematista e “bianca” di un poliziotto di Minneapolis. Proprio per questo, perché il razzismo non è argomento da prendere sottogamba, la notizia del ritiro dagli scaffali della Migros dei moretti, accusati di essere potenziali veicoli di discriminazione, non può che far discutere. Bisogna sapere che questa è storia vecchia.

Tre anni fa, dopo una petizione popolare lanciata in Argovia (Cantone nel quale ha sede l’impresa che produce gli irresistibili bon bon di panna ricoperti di cioccolato, ndr), una ricercatrice dell’Università di Basilea, Franziska Schutz, scrisse sulle pagine del più autorevole quotidiano svizzero, la Neue Zürcher Zeitung, che bisognava «decolonizzare la nostra lingua per evitare un futuro di nuovi drammi legati alla migrazione». Il riferimento era proprio ai moretti, che nella loro versione originale si chiamano Mohrenköpfe,  «teste di moro». Su Twitter, la Migros ha giustificato la sua decisione dicendo: «L’attuale dibattito in corso ci ha spinti a rivalutare la situazione.

Ci è chiaro che anche la nostra decisione creerà discussioni». E forse sta proprio in queste ultime parole il senso di tutta l’operazione. Creare discussione. Che è poi l’essenza stessa del marketing. Si potrebbe facilmente scommettere che i moretti, con un nome diverso e una confezione colorata, torneranno molto presto sugli scaffali dei supermercati elvetici. Nel frattempo, i clienti avranno parlato – giudicando in un modo o nell’altro, non importa – il gesto della stessa Migros. L’attenzione si sposterà sulle scelte della catena di grande distribuzione e sulla soluzione adottata dal produttore dei moretti. E il razzismo, che è un argomento serio, finirà per essere dimenticato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.